In un recente caso di Phishing ai danni di Poste Italiane abbiamo potuto analizzare il Kit sfruttato dal Phisher per simulare il portale autentico di poste Italiane, solitamente le credenziali delle vittime vengono inviate al truffatore tramite eMail oppure salvate localmente in un file binario.

Questo Kit in analisi permette di inviare le credenziali anche tramite IRC, in un network ed un canale specifico. Il Phisher collegato alla rete IRC potrà quindi vedere in tempo reale le credenziali (username, password, telefono, carta di credito, ecc) digitate dalla vittima.

Nello screenshot iniziale potete notare una simulazione che abbiamo eseguito sfruttando il kit, uno script PHP ha il compito di collegarsi al canale specificato (#testtest nel nostro esempio) e andrà a riportare le credenziali delle vittime. Il bot IRC è inoltre in grado di rispondere a dei comandi prestabili tra essi è indubbiamente rilevante il comando manda che ha il compito di stampare a monitor tutte le credenziali carpite. Infine il comando Salir termina l’esecuzione dello script PHP ed esce dalla Chat.

 

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Usualmente i Phisher si inviano le informazioni carpite a mezzo eMail, tramite dei Command and Control o più raramente mediante IRC. […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi